Riqualificazione, riorganizzazione ed abbellimento dell’ambiente esterno di via Gramsci

Lo spazio esterno della scuola di via Gramsci ha subito un restyling finalizzato a implementarne l’utilizzo per renderlo più accogliente e funzionale allo svolgimento di attività formative e di inclusione.

L’istituto, già da diversi anni, ha aderito al Movimento delle Avanguardie Educative dell’INDIRE,  la cui mission è quella di individuare, supportare, diffondere pratiche e modelli educativi volti a ripensare l’organizzazione della Didattica, del Tempo e dello Spazio del ‘fare scuola’ in una società della conoscenza in continuo divenire.

Lo Spaced Learning (o «Apprendimento intervallato») è un nuovo modo di organizzare l’attività didattica che consente di massimizzare la concentrazione e il lavoro cognitivo degli studenti, progettando una particolare articolazione del tempo-lezione. È un metodo di ripetizione strutturata, separata da brevi intervalli, finalizzato a inglobare le informazioni nella memoria a lungo termine. Questo metodo intende applicare alla didattica i nuovi studi delle neuroscienze.

Con il finanziamento di 30.000,00 euro, ottenuti a seguito della partecipazione al bando “Contrasto alla povertà e all’emergenza educativa” ai sensi dell’art. 3, comma 1, lettera a) del D.M. n. 48/2021, nel cortile esterno della scuola dell’infanzia e primaria di via Gramsci è stata riqualificata la pavimentazione della struttura polivalente per permettere ai 300 bambini iscritti di svolgere diverse attività motorie prioritariamente durante l’orario scolastico, ma anche di valorizzare uno spazio aggregativo per la comunità in orario pomeridiano, dove poter svolgere attività motorie e sport intercettando il naturale bisogno di movimento dei ragazzi.

Con questo intervento l'attività motoria e sportiva diventa accessibile a tutti, l'apprendimento è reso più coinvolgente, viene stimolata la motivazione con un ambiente “immersivo”, i bambini si sentono coinvolti nell’attività, valorizzando anche la dimensione ludica dell’apprendimento.

Nell’istituto si praticano quotidianamente attività sportive e motorie di gruppo grazie ai progetti Sport Gioventude, finanziato dal Coni e dalla Regione Sardegna e Scuola Attiva Kids finanziato dal MIM, che consentono la presenza di personale qualificato per lo svolgimento dell’attività motoria nelle classi prime, seconde e terze, mentre nelle classi quarte e quinte interviene il docente specialista per l’attività motoria.

Accanto alla struttura polivalente si è cercato di valorizzare la zona verde presente, in modo da poter svolgere attività di didattica all’aperto, avendo avuto occasione di constatare l’importante valenza formativa dell’outdoor education, con l’allestimento degli spazi con panche e alcuni tavoli grazie ai fondi del PNRR Azione 1: Next generation classrooms - Ambienti di apprendimento innovativi”.

Nello spazio adiacente la scuola dell’infanzia, grazie alla preziosa collaborazione di docenti genitori e nonni, è stato allestito “L’orto delle meraviglie”, che permette, con un apprendimento attivo, di avvicinare i piccoli ai temi della biodiversità, della stagionalità, della ciclicità degli esseri viventi, della cura del suolo, degli sprechi, educando alla sostenibilità.

Tutte le sezioni/classi della scuola dell’infanzia e primaria, a seguito di un percorso di approfondimento di educazione civica incentrato sulla conoscenza  dei 17 global goals,  hanno riprodotto i simboli nella pavimentazione esterna.

Si intende continuare a valorizzare lo spazio esterno attraverso la rappresentazione di giochi educativo-didattici-inclusivi a pavimento: giochi da svolgere all’aperto, percorsi, giochi classici come campana, dama, scacchi, matematico-scientifici come “il quadro del 100”, la tavola pitagorica, “il sistema solare” e logici come i labirinti, che permettano ai bambini e ai ragazzi di imparare giocando, divertendosi insieme.